..

Margherita Hack: "A quei medici che dicono che un bambino non può crescere senza carne, dico che io non ho MAI mangiato carne, perché quando sono nata i miei genitori erano già vegetariani. Eppure sono stata campione di salto in alto e lungo, e ora a 79 anni faccio 100 km in bicicletta, gioco a pallavolo e non ho mai avuto malattie serie". (Dichiarazione di Margherita Hack del febbraio 2001)

sabato 29 gennaio 2011

tabella allenamento

Come si puo' notare dalla tabella dei miei ultimi allenamenti,nel test indicato con "B" ero nella condizione migliore .Da Bagnacavallo ho recuperato abbastanza bene,seguendo un recupero mirato che mi ha portato a eseguire la 6 ore subito dopo.Invece il recupero di questa settimana non e' sufficente e non mi permette di fare nessun tipo di corsa ,anche se presa come allenamento;stresserei inutilmente il fisico e avrei come risultato una regressione lenta della condizione.
16 secondi al km la differenza fra il test della scorsa settimana a quello odierno,sono tanti e solo facendo uscite tranquille al lento posso tornare alla condizione iniziale.Ideale per il recupero anche bicicletta agile per sciogliere la muscolatura e rimanere attivo il cuore.

2 commenti:

ULTRA ha detto...

molto interessante Stefano, sia la tabella ma soprattutto quello che hai scritto nel post precedente... Come ti dicevo la mia valutazione del recupero da una lunga è diversa e sicuramente meno corretta: faccio un "test" su 9-10km a ca.36 ore di distanza, correndo libero a sensazione, e poi verifico la media; a novembre a gennaio, in 5 occasioni, ho sempre corso ai 4'55"-5'00" e poi recuperato bene; dopo Traversara ho fatto uno "stranissimo" 5'18", e infatti poco dopo mi sono dovuto fermare.

Stefano Grandi ha detto...

Io parto dal presupposto che e' difficile recuperare bene solo dopo 36 ore,specie dopo una ultra!
inutile fare il test,tempo sprecato.Per giunta ,correndo zen non vale,eheh...ci vogliono strumenti che ti verificano l'esatta situazione.Correre a sensazione va bene per scarico mentale e senza esagerare,ma l'utilizzo del cardio e' di una importanza assoluta se si sa usare.
Purtroppo la maggior parte dei podisti ancora non lo vuole sapere.