..

Margherita Hack: "A quei medici che dicono che un bambino non può crescere senza carne, dico che io non ho MAI mangiato carne, perché quando sono nata i miei genitori erano già vegetariani. Eppure sono stata campione di salto in alto e lungo, e ora a 79 anni faccio 100 km in bicicletta, gioco a pallavolo e non ho mai avuto malattie serie". (Dichiarazione di Margherita Hack del febbraio 2001)

domenica 23 novembre 2008

Maratona di Milano 2008


















03:16:43 split time
03:16:09 real time


Dico subito che quello che doveva essere un allenamento per obiettivi oltre la distanza della maratona non e' stato tale.Il mio amico che corre con me voleva battermi a tutti i costi e allora e'saltata fuori una gara vera e propria.
In partenza ho cercato di seguire i palloncini delle 3 ore e 15",notando che poi non andavo proprio ai 4'37"ma molto piu' veloce.Poi dopo 5 km non li ho piu' visti ,ma il ritmo che avevo preso ,forse memorizzandolo e sentendomi bene,ho continuato a tenerlo.Il cuore era al limite alto del medio,forse un po' troppo per l'inizio della maratona,ma ho continuato cosi'.Tutto ok i primi 10 km,gambe perfette e cuore stabilizzato .Pure al 21 km stavo bene e pensavo di andare avanti cosi',visto che il cuore non dava cenni di aumento dei battiti ma rimaneva sempre li.Solo qualche piccolo segnale negativo,alcune fasce muscolari,non so il nome,posso dire che sono i muscoli alti della coscia che si attaccano all'inguine ,tanto per fare capire,li sentivo come accorciati,che dovevo tirarli.Verso il 20 km mi ha raggiunto Micio ,un po' meravigliato di vedermi li con lui. L'ho lasciato scorrere piano piano mentre io iniziavo sempre piu' a soffrire ai muscoli.
Verso il 3o km ho pensato di fermarmi 30 secondi a fare pipi' e fare un po' di streching alle zone che sentivo tirare e indolenzite,ma l'idea e' stata sbagliata in quanto la sosta,seppur breve mi ha fatto ripartire con i dolori piu' forti e ho dovuto stringere i denti per aspettare che passassero.In piu' si e' aggiunto quel dolore che da un po' mi viene al lato del ginocchio e che fortunatamente si e' dissolto dopo poco .Da qui si puo' capire il perche' di questo cedimento dalla mezza in poi,che dal 35 km mi ha fatto calare il ritmo.Ho tenuto fino all'ultimo km il pace maker delle 3 ore e 15' ma poi le gambe non mi hanno permesso di tenere quel ritmo e ho perso in questo km quasi un minuto.
C'e da dire che ho corso con i plantari che sto utilizzando da 15 giorni,quindi un po' questi dolori penso potrebbero derivare da questa nuova impostazione.
Altro motivo e' cercare di correre una maratona per fare il tempo sapendo che non ho seguito il giusto iter pre-maratona.
Altro motivo avere corso 1 mese fa una maratona a 3ore 26,che e' sempre per me un tempo non rilassante.
I motivi potrebbero essere tanti,in ogni modo il mio personale e' stato migliorato!!!



Dimenticavo...al mio amico,Andrea Bollini,(un bel torello allenatore della pallavolo femminile serie B a Bologna),sono riuscito a dargli ugualmente quasi 2 minuti,eheh,ma gli devo fare tanti complimenti perche' e' da nemmeno un anno che corre e sta' facendo dei progressi enormi,mi sa che la prossima gara sara' dura per me .



Un grazie anche ai due nostri amici ciclisti che ci hanno seguito nel percorso ,Angelo e Gianni!

15 commenti:

albertozan ha detto...

...e il PB è sempre da festeggiare..bravo!!

Ezio ha detto...

Complimenti! Un Pb in maratona (e con quel tempo)...valgono un bel festeggiamento. Bravissimo

Danirunner ha detto...

Con i problemi avuti hai fatto il PB, non male, no? Complimenti

Alvin ha detto...

senza plantari ti facevi 3:14 basso... sei stato bravo, i plantari ti modificano l'appoggio e ti portano ripercussioni fino a sopra il collo...è come se avessero fatti 50 di km le tue articolazioni e la tua schiena perchè i plantari ti modificano leggermente la postura...se arrivi ad abituarti tra un anno non farai nemmeno un km di corsa senza quelli...goditi questo PB sapendo che la prossima maratona ne farai un'altro..ancora più tuo...Bravo!

GIAN CARLO ha detto...

Bene ti avevo scritto in un commento che 3h e 26 non ti rappresentava, ora siamo + vicini alla verità.
Sono contento.
Perchè in fondo uno legge i Blog di tanti, ma poi quelli circa della mia età che corrono circa come me li sento + vicini !

Micio1970 ha detto...

Sei stato grandissimo! Forse l'unico errore è nel post ... ne le senso che credo di averti raggiunto al 20°km perchè io sono passato alla mezza in 1h 34min 14sec e tu 20 secondi dopo ... a meno che tu mi abbia raggiunto successivamente.

Sei stato grandissimo del resto ti vedevo molto carico in partenza!

Furio ha detto...

Bravissimo hai fatto una gran gara!

Stefano Grandi ha detto...

Grazie a tutti quanti per i complimenti.
Alvin,speriamo che quello che dici sia vero,stamattina mi sembro come se mi avesero davvero stirato sotto un camion...cosa che nelle altre maratone non succedeva se non lievi postumi muscolari classici.Certo che un anno e' lungo!
Micio1970,e' veroooo,si si,ora lo correggo subito.Mentre ti vedevo che pian piano svanivi e diventavi sempre piu' piccolo,un po'di rabbia ti confesso ce l'avevo,fisicamente stavo benissimo ma ho preferito calare un po'appena ho sentito le gambe diverse...chissa' poi se ho fatto bene e se era meglio continuare per vedere se si sbloccavano da sole.

Michele ha detto...

Complimenti

Micio1970 ha detto...

Stefano mi sembra che tu abbia fatto comunque un grande tempo: tenere sarebbe stato un azzardo. Questo tempo ti serve come base (dividendolo a metà) per impostare la prossima a Reggio. Io ieri usando questa strategia (metà del tempo finale di Alessndria) sono riuscito a finire in crescendo molto bene!

Stefano Grandi ha detto...

Micio 1970@ Quindi tu pensi che quell'indolenzimento muscolare via via crescente sia dovuto piu' al fatto che sono partito troppo forte che non ai plantari?
In ogni modo terro'come riferimento Ritmo Maratona i4'39" nei prossimi allenamenti,poi vedremo.

Alvin ha detto...

Stefano...intendevo dire che a plantari ti ci abituerai molto prima...e son fatti bene ti ci troverai da Dio...quello che volevo farti capire è che se un giorno non vorrai più metterli sarà veramente dura se ti sei abituato!

Micio1970 ha detto...

A mio parere l'indolenzimento è più causato dal ritmo che dai plantari ... hai visto nell'ultimo numero di Correre nel servizio sulla Marengo Marthon c'è il tuo amico Andrea Bollini al centro della foto principale o sbaglio?

Stefano Grandi ha detto...

micio1970@ ah!grazie...ora ci telefono subito e glielo dico,cosi' se adesso e' gia' euforico per il tempo che ha fatto a Milano,con questa notizia chissa' cosa diventera'!
Per l'indolenzimento,se non avessi usato questi plantari solo da 2 settimane,avrei detto pure io la stessa cosa ,ma penso che un 20% abbiano influito sai...!Certamente avere impostato un ritmo piu' lento all'inizio mi avrebbe fatto bene.

Anonimo ha detto...

molto intiresno, grazie