..

Margherita Hack: "A quei medici che dicono che un bambino non può crescere senza carne, dico che io non ho MAI mangiato carne, perché quando sono nata i miei genitori erano già vegetariani. Eppure sono stata campione di salto in alto e lungo, e ora a 79 anni faccio 100 km in bicicletta, gioco a pallavolo e non ho mai avuto malattie serie". (Dichiarazione di Margherita Hack del febbraio 2001)

martedì 2 dicembre 2008

% di lavoro


Con i dati che risultano inserendo la velocita' di potenza aerobica rilevata dal test conconi,posso notare che le velocita' associate alle % ,corrispondono circa alle mie caratteristiche.
Osservando tali valori ,non e' che in questo momento posso terminare una gara di 10000 in meno di 40 minuti,ma so che allenandomi con ripetute mirate facendo riferimento al passo di soglia,posso arrivare a raggiungere tale traguardo.
Ma il bello e' che posso avere i riferimenti per tutte le altre caratteristiche che voglio allenare.Dal momento che il mio obiettivo e'continuare con le maratone,devo solo abbondare in allenamenti che mi incrementino la resistenza e la capacita' aerobica,facendo lavori di lento,lungo lento,progressivi,ripetute lunghe con recupero sostenuto.
Quindi un lento lo faccio a 4'54" al km ,mettendo uno scotch sul quadrante del cuore....(me lo diceva sempre la mia prima allenatrice ),ora cerco di seguire sempre il passo stabilito e non il cuore con un inevitabile calo della velocita' con l'aumentare dei km.
Mi rendo conto che con il ciclismo(e io vengo dal ciclismo) il cardio e' piu' usabile in quanto le variabili che ci sono sono tante e influenzano la velocita',vento ,stare a ruota,tipo di bicicletta,rapporto usato ecc... e l'uso di questo strumento puo' aiutare a capire che sforzo si sta facendo.
Voglio affinare meglio la metodica di esecuzione del test Conconi,cercare di essere piu' regolare con la progressione facendo riferimento questa volta ai battiti ,5 battiti ogni 400 metri e 1 lap ogni 100.
Intanto lunedi' ho fatto un lento di 1 ora a 4'54",oggi un progressivo di 18 km.
Questo progressivo l'ho eseguito facendo i primi 8 km a 4'54",corrispondente al lento,5 km a 4'38",corrispondente al c.l.s. o ritmo maratona,3 km a 4'20",corrispondente al medio.
Da notare che i valori di frequenza cardiaca,rispetto alle altre volte che facevo lo stesso esercizio di progressione,sono stati piu' alti,portandosi sempre sopra le percentuali riferite alla velocita' di soglia.
Ad esempio,quando facevo il lento nei primi 7 km,che tenevo l'80%della velocita' di potenza di soglia,il cuore non stava all'80% della soglia cardiaca ,ma sopra di essa.
Lo stesso anche nel Ritmo maratona,87% velocita' di soglia-90% soglia cardiaca,cioe' un medio cardiaco.
Il finale,il medio al 90% di velocita' di soglia-92-95% di soglia cardiaca.
Io continuo cosi'........chissa'.........sara' giusto?
Anche a voi capita la stessa cosa?
P.S.i dati della frequenza cardiaca li analizzo solo arrivato a casa per non farmi influenzare.

4 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

Tanti dati, tante informazioni da tradurre in ottimi allenamenti, ma io penso che oggi un 10000 in 39.59 tu lo puoi fare.
Guarda che lo dico con una mia cognizione, non è solo una fesseria

antherun ha detto...

il test conconi non l'ho mai fatto: per individuare i ritmi c'è anche il test dei 7 minuti, che trovi anche nel libro di Pizzolato...certo il conconi sicuramente sarà più affidabile prendedno in considerazione anche i dati cardiaci..buon lavoro!!!

albertozan ha detto...

Molto interessante il tutto...certo che un medio al 92%-95% della fc desta qualche perplessità..anche condsiderando la deriva cardiaca..

Stefano Grandi ha detto...

albertozan@= il medio e' un tipo di allenamento che per il maratoneta arriva fino ai 18-20 km partendo da 10-12 km e man mano incrementando nel corso della preparazione .Corrisponde al 90% della velocita'di soglia e ho fatto notare che se si guarda al cuore,questa % e' piu' alta,ma i km da fare sono molto meno della maratona e quindi e' un lavoro in cui la deriva cardiaca non da'problemi.Il medio fatto bene infatti ' un lavoro duro e non e' da confonderlo con il ritmo maratona,che sta'piu' sul C.L.S.